Senza categoria

WITH FASCOL ON THE ROAD

Veloci, sicuri e super cool sono i prodotti di Fascol ( https://www.fascol.com/it/ ) azienda che nasce in Cina, ma si espande presto aprendo filiali in 5 nazioni europee, diventando molto popolare soprattutto per l’incredibile ricercatezza e qualità dei suoi prodotti!


Fascol offre un’enorme quantità di prodotti di eccellente qualità, l’attenzione ai dettagli, al design ed alle materie prime rende tutti i prodotti stimolanti incarnando lo spirito di libertà e divertimento.

Da quando ha oltrepassato la porta di casa questo monopattino è entrato ufficialmente a far parte della famiglia, viene con noi ovunque, pranza con noi, esce con noi, si accomoda accanto al letto quando andiamo a dormire e di tanto in tanto ha anche lui bisogno del bagno, non parliamo poi delle liti che fa scaturire e di che fedele compagno di giochi sia! La cosa più bella è che tutti i nostri lego possono essere trasportati grazie a lui o semplicemente lo si può utilizzare come base per costruire favolosi castelli o vascelli pirata!​

 

È uno scooter tutto fare, facile da montare ed il divertimento è assicurato!

 È incredibilmente maneggevole, sia Lorenzo che Leonardo hanno capito in fretta come utilizzarlo ed il fatto che sia ispirato a sport d’azione come snowboard e surf rende felici due sportivi come mamma e papà!

Il Natale è alle porte ed a giudicare dalla felicità dei miei bambini non ho dubbi che sarebbe un regalo perfetto da far trovare sotto l’albero.​

Annunci
Senza categoria

Cambiamenti d’amore

Giornata di riflessioni intense…i bimbi hanno la febbre e seppure fuori è una giornata primaverile mi vedo costretta in casa, accarezzo i miei cuccioli che riposano stretti stretti a me e ripenso a com’ero nella mia vita precedente, quella vita tanto lontana che ho vissuto prima di diventare madre!Riguardo indietro e mi vedo chiaramente, leggermente introversa ed insicura, ma estremamente indipendente, sempre attiva e dinamica, anche un po’ menefreghista, un maschiaccio per tutta l’adolescenza, finché ho incontrato Fernando ed iniziato a desiderare di essere bella, per lui!

I primi cambiamenti, in effetti, sono arrivati con lui, almeno quelli esteriori..non fraintendetemi, ho sempre amato la moda, ma senza rinunciare alla comodità, del resto ogni occasione era buona per fare 2 passaggi a pallavolo e con vestitini e tacchi vertiginosi probabilmente avrei potuto avere dei problemi, non sono una che sa “risparmiarsi”! 

Mi manca la spensieratezza di quel periodo, il poter mantenere fede agli impegni presi, mi manca non dipendere da nessuno, le uscite la sera, gli aperitivi ogni giorno, i caffè dopo pranzo con le amiche, il lavoro,i viaggi per 2, la pallavolo giocata,ma essere madre è l’avventura più straordinaria che mi potesse capitare, mi ha stravolto la vita e mi ha migliorata come persona e come donna!

Con la maternità, mi sono ritrovata dolce e romantica, ho capito cosa significhi rinunciare e mettere il benessere di qualcuno prima del proprio,ho rinunciato a tanti aspetti della mia vita passata catapultandomi in questa nuova realtà che mi regala ogni giorno gioie e sorrisi che mi riempie la vita e l’anima e me la svuota.

 Penso spesso che presto tutto finirà, che queste mani cicciotte ed appiccicose a breve non cercheranno più il mio affetto ed i miei baci, che andranno per la loro strada e dovrò lasciarli sbagliare, cadere e rialzarsi, che resterò inerme con due pezzi di cuore in giro per il mondo…posso solo godermi ogni istante facendo del mio meglio per riempire il loro mondo di felicità e risate respirandone il dolce profumo per poterlo ricordare!

Senza categoria

Natale è famiglia

Ed un altro Natale è passato, gioioso, sereno e ricco, ricco di cibo e di doni, ma soprattutto di emozioni, di magia e dello stupore dei bambini! 

È stato il nostro primo, vero, Natale in 4, vero perché lo scorso anno Leo c’era e si sentiva, piangeva, urlava, ciucciava e non dormiva e nemmeno capiva, era ancora un cucciolo di 2 mesi, troppo piccolo per capire e vivere la meraviglia del Natale..invece questo di Natale è stato speciale, per noi, per la nostra famiglia. 
Una delle cose che amo di più di questo periodo sono le tradizioni, quelle che mi porto dietro dalla mia vita precedente la maternità e quelle che, Fernando ed io, stiamo di anno in anno creando insieme, che siano solo nostre! Iniziamo con l’addobbare casa il primo Dicembre ( questo anno lo abbiamo fatto il 2 perché l’1 eravamo ancora in gita a Salerno!), albero, presepe, candele, luci e palline sparse per tutta la casa e poi il calendario dell’avvento, immancabile, Lorenzo vive 24 giorni solo in funzione di quel calendario, lo guarda continuamente e non parla d’altro, al mattino il primo pensiero è scoprire il regalino del giorno e che sia un gioco o una caramella il suo sorriso è sempre radioso ed impagabile! 

Poi, il 25 mattina l’apertura dei regali, un momento solo per noi, delirio tra tanti pacchetti da scartare, bimbi urlanti e felici che corrono di qua e di la, giochi che finiscono tra i piedi e tanta fretta per una tavola da preparare ed un pranzo da ultimare..e finalmente dopo tanta attesa sei lì circondato dalle persone che ami, dai tuoi affetti più cari a godere con loro della compagnia, della spensieratezza e della gioia,si perché nonostante il tempo passi, nonostante si cresca e si smetta di credere a Babbo Natale, questo resta sempre il giorno più magico dell’anno!

Senza categoria

Di compleanni in cui ci metti il cuore..

E se è vero che chi non muore si rivede quale occasione migliore che raccontarvi il primo compleanno del mio piccolo Leo?Non vi nascondo che è stato difficile per diverse ragioni, prima tra tutte l’inverno! Abituata all’organizzazione dei compleanni di Loló, nato a Giugno, e con una location naturale come il giardino di casa, non poterla sfruttare anche per Leo mi ha scombussolata! Dopo un’iniziale perdizione, per via anche dei tanti impegni accavallatisi, le idee pian piano hanno iniziato a far capolino nella mia testa…quella iniziale era di fittare una sala che si occupasse anche del buffet per dovermi preoccupare solo di animazione, torta ed addobbi, ma purtroppo, dopo l’iniziale entusiasmo mi sono resa conto che la spesa sarebbe stata più simile a quella utile ad organizzare un matrimonio che un compleanno!!! 

Dietro front completo ed unica alternativa rimasta quella di festeggiare a casa, la verità? Mai decisione fu più saggia! Non perché ci sia venuto molto meno, ma perché la festa è riuscita benissimo, è stato stancante certo, ma niente è più accogliente della tua casa piena delle persone che ami! 

Il compleanno è stato Lunedì 31 Ottobre, che per una che odia Halloween è una beffa, ma c’è di buono che coincidendo con una festa permette a tutti di essere presenti senza troppi problemi lavorativi; già da Domenica sono iniziati i preparativi, nonne, zie e mamma ai fornelli, mentre gli ometti si sono occupati di disporre i mobili in modo da poter comodamente accogliere gli ospiti. Il mattino di Lunedì è iniziato all’alba, bisognava preparare le ultime leccornie, pulire e decorare la casa, ho fatto appena in tempo a fare una doccia prima che arrivassero i primi ospiti, ma è valsa la pena.. il pagliaccio Fragolino ha intrattenuto grandi e bambini con ironia ed infinita bravura unite alla magia delle bolle di sapone, ogni pietanza preparata col cuore ne conteneva tutto il sapore e la meravigliosa torta preparata dalla mia pasticceria preferita ha dato degna conclusione alla festa!


Non vi sto a parlare delle pulizie del giorno per non rovinare la poesia😂

Senza categoria

Pura magia..

Si potrebbe star qui a parlare per mesi dell’allattamento al seno, dei pro, dei contro, di chi è pro e chi è contro, di chi ce l’ha fatta, di chi no, di chi ce l’ha messa tutta e di chi, per partito preso, non ha nemmeno provato, di chi avrebbe voluto e non ha potuto, del latte che se ne è andato anche se il latte non va via per magia, da un giorno all’altro..Io dico solo che l’ho voluto fortemente sia con Lorenzo che con Leonardo e che ce l’ho fatta, con impegno e sacrificio, ma ho visto il paradiso!

#breastfeeding

Senza categoria

Domenica al profumo di autunno

Metti una Domenica di Settembre, Fernando a casa dal lavoro, la voglia di stare insieme ed una bella gita in famiglia è servita!A parte che, non so perché, quando c’è qualcosa da organizzare io divento frenetica e nervosa, ne faccio 100 e penso 1000 ed alla fine riesco sempre a dimenticare qualcosa, ma comunque…

Apriamo gli occhi e la giornata non è delle migliori, speravamo in un bel sole invece il cielo è coperto, ma non piove e questo basta, del resto passeggiare nel bosco sotto la pioggia non sarebbe risultata un’ottima idea! 

Dopo un’abbondante colazione, in ritardo ma non troppo, siamo saliti in macchina e partiti per la Sila, la nostra splendida catena montuosa! Raggiunto Montescuro siamo subito scesi dalla macchina e la giornata è iniziata con una bella passeggiata nel bosco, attorniati da alberi secolari, inebriati dal profumo dell’autunno ed incanti dai colori della natura, abbiamo raccolto le pigne, cercato funghi, giocato con la palla, con un bastone abbiamo finto di essere pastorelli al pascolo con le pecore, abbiamo riso e giocato e quando eravamo abbastanza stanchi abbiamo steso una bella coperta sul prato, qualcuno ha riposato un po’ e qualcun altro ( io naturalmente) ha pensato a far mangiare Leonardo che, in effetti, è stato l’unico a concludere la giornata con un bel picnic! Fernando, Lorenzo ed io abbiamo preferito lasciarci viziare dal ristorante all’interno del Rifugio, funghi freschi, salsiccia, gnocchi fatti in casa, salumi e formaggi della nostra terra hanno allietato i nostri palati accompagnati da un buonissimo vino della casa! Alla fine del pranzo, durante il quale i bambini sono stati a dir poco bravi, calmi ed educati, ci siamo resi conto che probabilmente tanta grazia era dovuta al fatto che fossero stremati dalla giornata e la sola alternativa è stata quella di rientrare rinunciando alla classica passeggiata sul corso. Sia Lorenzo che Leonardo dopo circa 30 secondi in auto dormivano beatamente e noi abbiamo approfittato per un ultimissimo giretto in macchina per godere dei paesaggi, dei profumi e dei colori della Sila. 

Dopo la vacanza in Sicilia di questa estate( che prima o poi vi racconterò) avevo paura che sarebbe stata una giornata un tantino stressante, invece, come sempre, i bambini sanno stupire e rivoluzionare le certezze..